Impressioni viaggio Uganda 2016 | Giovanna

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

L’UGANDA DEI BAMBINI

Si è svolto nel mese di Giugno il viaggio in Uganda che il Centro Missioni Onlus di Osimo (CMO) ogni anno organizza per verificare l’attuazione delle proprie iniziative di aiuto.
In due settimane abbiamo percorso 2.500 Km. e abbiamo visitato una buona parte dell’Uganda, un paese sulla linea dell’equatore con laghi, il primo tratto del grande fiume Nilo, foreste e campagne verdi, parchi che sono una meta turistica abbastanza famosa per la possibilità di vedere gli animali selvaggi.
L’aspetto più interessante del viaggio, però, è stato l’incontro con la vita reale, i grandi problemi e le potenzialità di una parte di Africa che si può considerare abbastanza rappresentativa della zona sub-sahariana del continente.
Ci siamo inoltrati nelle zone interne dell’Uganda, in villaggi e piccole città, e molto si potrebbe dire di ciò che abbiamo osservato riguardo alle condizioni economiche e di vita, alla cultura e alle consuetudini, ai tanti problemi quotidiani di accesso all’acqua, all’energia elettrica, alla sanità, che coinvolgono gran parte della popolazione.
Ma l’aspetto più significativo del viaggio, e anche il suo scopo principale, sono stati la visita di numerose scuole frequentate da bambini e ragazzi sostenuti dal CMO mediante il SOSTEGNO A DISTANZA.
Ovunque siamo stati accolti in modo molto caloroso dai bambini, curiosi, allegri, contenti di farsi fotografare e di incontrare persone nuove, e dai loro insegnanti. Gli incontri sono stati una festa delle scuole con presentazioni reciproche, scambio di doni, richieste di aiuto per cose davvero necessarie, danze tradizionali, canti e piccole rappresentazioni teatrali degli studenti più grandi. In tutte le scuole, a cominciare da quelle primarie, ci ha colpito il gran numero di alunni e il fatto che, in molti casi, manchino persino cose essenziali come aule, banchi, letti nei dormitori, vetri alle finestre.
Per un futuro migliore l’accesso di tutti i bambini all’istruzione è una condizione necessaria ma, in un paese in cui sono normali le famiglie con otto o dieci figli, non tutti i bambini, e soprattutto le femmine, vengono mandati a scuola. Lo stato infatti offre l’istruzione gratuita nella scuola primaria per quattro figli per famiglia e comunque dei costi rimangono a carico dei genitori, spesso poverissimi. Gli studenti delle scuole secondarie, poi, sono sempre obbligati al pagamento di una retta e non è raro che non possano completare l’anno scolastico diviso in tre trimestri, perché non in grado di pagare.
Non c’è dubbio che lo sviluppo di una paese come l’Uganda, in cui il 50% della popolazione ha meno di 15 anni, passa per l’educazione delle nuove generazioni. Per questo il CMO, nelle sue attività, considera prioritario il supporto ai bambini che non sarebbero in grado di frequentare i sette anni di scuola primaria e ai ragazzi meritevoli che frequentano le scuole secondarie e quelle tecniche in cui possono imparare un mestiere.

Giovanna Rinaldini

Centro Missioni Onlus

c/o Bottega del Mondo
via Baccio Pontelli, 1
I-60027 Osimo (AN) 
M 349 869 33 19
T 071 710 07 20
E info@centromissioni.it

Sostienici


 EUR

Cerca nel sito

© 2020 Centro Missioni Onlus.