Impressioni viaggio Brasile 2011

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

1 novembre 2011

Buongiorno a tutti! Siamo di nuovo in quel del Brasile! Siamo atterrati a Salvador e benchè notte, faceva già molto caldo: un caldo umidissimo! Trascorsa la notte, ripartimmo il giorno seguente alla volta di Queimadas! Magnifico lo chalet, diverso e rivisitato nei dettagli rispetto a 5 anni fa. Enormemente aumentato il numero dei ragazzini che frequentano il pomeriggio tra giochi e formazione: ora sono quasi 100 ed è una bella differenza rispetto ai 60 di allora. I ragazzini sono quasi tutti nuovi, tranne una ragazza che allora frequentava lo chalet con gli altri bambini e che ora ho ritrovato come volontaria; è stato bello rivederla in vesti diverse perché riconferma l'apprezzamento per tutto il lavoro che in questi anni Don Carlo e le diverse equipe che si sono susseguite, hanno svolto con impegno, coraggio, sacrificio e dedizione. In questi giorni ho avuto il piacere di rivedere un uomo fortissimo, il suo nome è Valdomiro! Siamo andati nella sede dei sem terra a incontrarlo mentre lui stava lavorando e malgrado le formiche mascalzone, è sempre un piacere rivederlo perchè il suo modo di fare è di grande insegnamento per me.

In segno di riconoscenza per Don Carlo e per tutte le persone che negli anni finanziano o hanno finanziato il progetto (ai sem terra è stata finanziata una nuova pompa che prende acqua dal fiume per l'irrigazione degli orti delle 18 famiglie che compongono il nucleo dei senza terra che si chiama “nova paz” nuova pace), ci ha salutati con varie buste di ortaggi che ancora oggi Isabel prepara sulle nostra tavola e sulla tavola dei ragazzini del progetto. Ci sono grandi differenze nei modi di fare di queste persone rispetto ai nostri e benché a volte risultino poco organizzati o addirittura confusionari, hanno delle grandi capacità di accoglienza a di guardare al prossimo con semplicità e amore anche e solo privandosi di una cosa a loro necessaria per donarla a noi.

E' un popolo molto unito e qua più che mai l'unione fa la forza.

Il giorno seguente Valdomiro è arrivato con un camion che trasportava ortaggi per il mercato e per il progetto e tra una risata e l'altra ci siamo salutati di nuovo tra enormi sacchi di carote, patate e quant'altro. Nel pomeriggio di Venerdì si è tenuta una riunione con i genitori dei ragazzi dello chalet per parlare delle loro difficoltà e per rimarcare i sacrifici,anche in termini di denaro, che costa al progetto. Ieri con Zelidio sono andata a rivedere alcune località qua intorno che 5 anni fa erano in condizione di forte disagio e la sorpresa è stata che grazie e Dio oggi hanno tutti o quasi la cisterna dell'acqua, e qua è una grande “ricchezza” perchè la raccolta ed il filtraggio dell'acqua piovana permette loro di poter bere senza fare chilometri e chilometri. Domenica si terrà una festa qui allo chalet per la distribuzione dei diplomi alla ragazze che hanno frequentato il corso di parrucchiere e nell'occasione sarà distribuito un piccolo pensierino ai volontari che in questi anni hanno lavorato qui nel progetto. Vi racconteremo in seguito lo svolgersi della permanenza qui in Queimadas dove il tempo scorre lento ed il sole firma sempre le giornate.

Daniela

 

 

 

Centro Missioni Onlus

c/o Bottega del Mondo
via Baccio Pontelli, 1
I-60027 Osimo (AN) 
M 349 869 33 19
T 071 710 07 20
E info@centromissioni.it

Sostienici


 EUR

Cerca nel sito

© 2020 Centro Missioni Onlus.